ARTICOLI

Menu: SOCIETÀ / IMMIGRAZIONE

L’Onu lancia un appello: la pandemia ha fatto aumentare l’insicurezza alimentare e la vulnerabilità per i migranti e per le loro famiglie che contano sulle rimesse dall’estero, ma anche per quelle comunità costrette ad abbandonare le proprie abitazioni a causa di conflitti, violenze e calamità. Se non si fa niente, si rischiano 33 milioni di nuovi affamati

Presentata l’edizione 2020 del Rapporto Italiani nel Mondo che dal 2006 analizza il fenomeno migratorio dall’Italia: dati, curiosità e falsi miti sugli italiani che si trasferiscono all’estero

Affrontare il tema dei flussi migratori con una nuova prospettiva, in modo razionale, con politiche del lavoro transnazionali e un uso strategico della tecnologia. L’analisi del fenomeno nel recente rapporto realizzato da Ispi

Il rapporto tra i flussi migratori e il nostro Paese è complesso e ricco di sfumature: perlopiù positivo, ma anche attraversato da ombre sinistre. La stretta sull’asilo e sulla protezione umanitaria rischia di produrre effetti difficili da prevedere

La popolazione straniera nelle città europee è in costante aumento e le amministrazioni locali si ritrovano a giocare un ruolo cruciale nella gestione dell’integrazione. A quali problemi vanno incontro le città? E in che modo è possibile migliorare il dialogo tra amministrazioni locali, governi nazionali e istituzioni europee?

L’istituto per gli studi di politica internazionale presenta il secondo fact checking sulle migrazioni. Calano gli sbarchi, ma resta alta la pressione sul sistema di accoglienza. Dati alla mano, viene smentita la relazione tra ruolo delle Ong e flussi nel Mediterraneo. Confermata invece l’assenza di una politica europea a sostegno dell’Italia

Bassi livelli di istruzione e salariali fanno crescere le divergenze tra nativi e stranieri. Un dato che interessa direttamente i Paesi europei, da cui proviene la maggioranza dei flussi