ARTICOLI

Menu: GRANDI RISCHI / CYBERCRIME

Gse ed Eni rimasti recentemente vittima di attacchi informatici. Le istituzioni corrono ai ripari e invitano le società del settore a migliorare i livelli di protezione digitale. E intanto il ministro Luigi Di Maio associa la crescita del fenomeno al conflitto in Ucraina

Due massicci attacchi informatici contro i sistemi di informazione nazionali hanno portato Tirana a rompere tutte le relazioni diplomatiche con Teheran, accusata di esserne il mandante. Una tensione che nasce da lontano: cioè da quando il piccolo Stato europeo ospita un gruppo militare che sfida il regime degli Ayatollah

Svelati i dettagli del piano nazionale per la gestione del cyber risk: prevista l’applicazione di 82 misure e preventivato il conferimento dell’1,2% degli investimenti lordi su base annuale alla realizzazione del programma, a cui si aggiungono gli stanziamenti del Pnrr e le risorse dei programmi Orizzonte Europa ed Europa Digitale

L’invasione russa genera preoccupazioni anche sul fronte cibernetico: Stati Uniti e Unione Europea corrono ai ripari definendo nuove strategie per la gestione della minaccia informatica

Nel primo semestre del 2021, secondo il consueto rapporto dell’associazione, si sono registrati oltre mille attacchi informatici di grave entità a livello globale: si tratta di un dato in crescita del 24% su base annua

A tanto ammonterebbe il rischio economico di una violazione dei dati secondo una ricerca condotta da Interbrand e Infosys. La minaccia riguarda anche l'Italia, divenuta il quarto Paese dell'area Emea più colpito da ransomware. E adesso si corre ai ripari

L'attacco ransomware ai registri elettronici di Axios Italia ha riportato alla ribalta il grande tema della sicurezza informatica delle istituzioni pubbliche: uffici, ospedali e, come visto, scuole sono ormai nel mirino dei criminali del web. E per il ministro Vittorio Colao, il 95% della pubblica amministrazione non è pronta

Il presidente Emmanuel Macron, dopo alcuni attacchi informatici di grave entità, ha annunciato una serie di investimenti in sicurezza informatica per imprese e pubblica amministrazione: 500 milioni di euro per spingere il mercato verso un giro d'affari di 25 miliardi di euro entro il 2025. Eppure potrebbe non essere sufficiente

A caccia delle prede più grosse tra le aziende italiane, in sei mesi gli attacchi informatici nel comparto finanziario sono cresciuti del 143%. L’obiettivo è richiedere riscatti a volte anche milionari