ARTICOLI

Menu: SOCIETÀ / EVOLUZIONI SOCIALI

L’estate 2021 ha portato agli italiani un nuovo ottimismo e fiducia nella ripartenza. Sono cambiati molti valori di riferimento in un percorso che non si invertirà con la fine della pandemia. Restano in realtà sullo sfondo problemi concreti, a partire dall’occupazione fino al calo dei consumi

Uno spazio di sperimentazione, dove s’incontrano le arti e le tecnologie, per progettare spazi nuovi all’insegna del design e dell’inclusività. Il progetto, lanciato dalla Commissione Europea, è un ambizioso think-tank diffuso che mira anche a risvegliare l’Europa nel momento più difficile della sua storia recente

Secondo l’ultimo report WeWorld Index, la pandemia ha portato a un peggioramento del livello di inclusione: in due Paesi su tre non è garantita una vita dignitosa a donne e bambini

Le aree urbane sono destinate a diventare grandi agglomerati con milioni di abitanti, vivibili nel momento in cui sono in grado di garantire servizi soddisfacenti. Il salto verso la città intelligente manca di finanziamenti, oltre che di una cultura condivisa

I due mesi di chiusura hanno cambiato prospettive e attese di una buona parte degli italiani. Il futuro torna ad essere incerto e così molte spese vengono rimandate, in parallelo aumenta la volontà di risparmiare in caso di altri periodi difficili

Timore di perdere il lavoro e di non poter tornare a viaggiare come un tempo sono tra i sentimenti più comuni. I consigli degli esperti per affrontare la quarantena e quello che verrà dopo

Secondo un'indagine del gruppo Kantar, la stragrande maggioranza dei cittadini del G7 teme che la pandemia avrà effetti negativi sul proprio reddito. Timori ancor più elevati in Italia, dove però si registra una maggiore adesione alle misure di igiene e auto-isolamento

Nel web e sui social girano una quantità di notizie false, spesso intriganti, che accendono la curiosità dei lettori. In questo periodo la pandemia è stata all’origine di molte informazioni fuorvianti che creano confusione in un pubblico sensibile, quando non veri danni. Ci sono però i mezzi per riconoscerle e bloccarle