ARTICOLI

Menu: WELFARE

L'istituto di previdenza sociale sta dando attuazione alle misure straordinarie varate dal Governo per dare assistenza alla popolazione colpita dalla pandemia di Covid-19: da congedi lavorativi a bonus per prendersi cura dei familiari, passando per sospensione dei contributi previdenziali e iniziative di sostegno al reddito

Secondo un rapporto dell'agenzia di rating, l'allungamento della speranza di vita genererà in Italia un aumento del debito pubblico e una contestuale contrazione dei risparmi privati: fra dieci anni, se non si metterà mano al bilancio dello Stato il rapporto deficit/pil potrebbe schizzare al 5%

Quota 100 non funziona e ci sono troppi assegni di reversibilità: la Commissione Europea boccia così l'assetto previdenziale italiano. Per Pasquale Tridico, presidente dell'Inps, il sistema è invece solido e sostenibile

Secondo l’ultimo aggiornamento della Covip, nel 2019 le posizioni aperte sono aumentate del 4,5%. Il patrimonio del settore ammonta a 184,2 miliardi di euro, mentre il ritorno economico per gli iscritti negli ultimi dieci anni è stato stabilmente superiore alla rivalutazione del Tfr

Tiene il sistema previdenziale, ma non quello assistenziale. A confermarlo è il settimo rapporto sul bilancio del sistema previdenziale italiano. Da cui emerge, ai fini della sostenibilità, l'urgenza di una revisione strutturale coraggiosa, con la necessità di contrastare l’evasione e di istituire un'anagrafe centralizzata

Dal 2008 al 2018, secondo la fondazione studi dei consulenti del lavoro, si sono perse in Italia oltre due miliardi di ore di lavoro: la contrazione si ripercuote anche sulle retribuzioni e, di conseguenza, sull’entità dei futuri assegni previdenziali

Le disponibilità finanziarie, secondo una ricerca di Deloitte, pesano sulle possibilità di accesso alle cure: visite specialistiche e diagnostica strumentale, per esempio, risultano disponibili soprattutto per chi dispone di un reddito elevato. Eppure gli utenti promuovono il sistema sanitario nazionale

L’età di pensionamento effettiva si attesta a 62 anni: serve adesso, secondo l’organismo internazionale, un innalzamento della soglia che possa dare maggior sostenibilità all’assetto previdenziale. Le ultime novità, in particolare quota 100 e blocco dell’adeguamento dei requisiti all’aspettativa di vita, non vanno in questa direzione

Il secondo pilastro è in piena fase di consolidamento: crescono le prestazioni sociali offerte a un pubblico sempre più ampio di beneficiari da operatori privati o del terzo settore. Per Percorsi di secondo welfare, è tempo ora di alleanze per vincere le sfide socio-demografiche del prossimo futuro

Nei nove mesi del 2019, la Covip attesta che i fondi pensione spiccano il volo. I fondi negoziali hanno guadagnato il 6,4%, mentre i fondi aperti e i Pip di ramo III hanno guadagnato rispettivamente il 7,2 e il 9,4%