ARTICOLI

Menu: SOCIETÀ

Secondo Massimo Guidolin, docente dell'università Bocconi, nell’asset management crescono sia la domanda che l'offerta di professionisti. Tuttavia, l’incontro nel mercato non è scontato. Pesano il rischio della Brexit e della ciclicità della domanda

Da Ottaviano a Robinson Crusoe, fino alle ultime presidenziali statunitensi. Le fake news sono tutt’altro che un fenomeno contemporaneo, ma gli uomini non hanno smesso di crederci. La ragione? Il falso attira più del vero

Italiani più sobri e accorti, ma anche più ottimisti: il primo rapporto dell’Osservatorio sui consumi delle famiglie fotografa un paese “all’anno zero”, che ha ormai elevato a nuova normalità le consuetudini imposte dalla crisi economica

Il Misery Index di febbraio tocca i valori più bassi dal 2011, con un calo di 0,9 punti su gennaio 2018. Un dato positivo da valutare con prudenza, in attesa di conferme nell’andamento della disoccupazione dei prossimi mesi

Un videogame targato Bbc, e pensato per gli adolescenti che si informano sul web: catapultati in una versione virtuale della redazione britannica, i partecipanti dovranno raccogliere informazioni su una breaking news, evitando le fonti non attendibili per costruire un corretto pezzo giornalistico

Torna il festival internazionale della coesione sociale. A Reggio Emilia, tre giornate di dibattito sul tema delle disuguaglianze

Bassi livelli di istruzione e salariali fanno crescere le divergenze tra nativi e stranieri. Un dato che interessa direttamente i Paesi europei, da cui proviene la maggioranza dei flussi

L’introduzione della legge che regola il lavoro agile è l’occasione per le imprese di valutare una modalità operativa resa possibile dalle nuove tecnologie e che presenta vantaggi sia per i collaboratori che per le aziende stesse: primi tra tutti gli aspetti fiscali e l’accelerazione dei tempi dell’innovazione

Per la prima volta l’Istat rileva gli abusi subiti dal genere maschile: vittima il 18,8% degli italiani tra i 14 e i 65 anni. Ancora grave, ma in miglioramento, la situazione delle donne rispetto al 2008-2009. Nell’ultimo anno, la minaccia viene dai social network