ARTICOLI

Menu: ECONOMIA / ITALIA

Il piano di investimenti dei fondi europei del Next generation EU rappresenta un’opportunità per il Paese, ma oltre la metà degli italiani si mostra diffidente sulla capacità di un utilizzo trasparente e realmente efficace

Il testo del Pnrr, trasmesso dal governo italiano alla Commissione Europea, contiene tutto per trasformare l’Italia in un Paese finalmente moderno. Da oggi parte un viaggio, con una road map a tappe forzate fatta di riforme e decreti

Arte, ambiente, storia e natura sono gli ingredienti che permeano la creatività del nostro paese, una peculiarità che a sua volta alimenta il made in Italy in molti settori. È un sistema produttivo poco riconosciuto ma che nel 2019 ha contribuito al 5,7% del Pil

Nell’attuale contesto ancora caratterizzato dagli effetti della pandemia, l’ente di Cassa Depositi e Prestiti si rafforza e amplia il proprio impegno verso le aziende con operazioni di garanzia e sostegno alle operazioni di export

Un anno di pandemia ha cambiato le prospettive delle aziende che per affrontare la ripresa puntano sull’export e sulla sostenibilità. Il futuro del sistema imprenditoriale italiano passa per ambiente, transizione energetica e benessere sociale

A dicembre 2020, su 101mila posti di lavoro cancellati 99mila erano occupati da donne. Non è evidentemente un caso in un Paese che ha profondi problemi di parità di genere. I sindacati chiedono misure straordinarie ma anche innovative per dare fiducia e speranza dove sembra non essercene più

I dati Istat segnalano lievi recuperi nel terzo trimestre, con un’onda lunga anche per ottobre; tuttavia su base annuale i cali sono ancora molto pesanti. Dal fronte lavoro, in sofferenza i contratti a termine

È il calcolo effettuato dalla Cgia di Mestre che sintetizza in maniera inequivocabile il livello della crisi economica conseguente al Covid-19. Per la ripresa sarà fondamentale mantenere l’occupazione, ma il 2021 si preannuncia come un anno nero

Gli aiuti alle imprese hanno permesso la ripresa estiva ma oggi, di fronte all’imperversare della seconda ondata della pandemia, la situazione torna critica. Bce e Banca d’Italia invitano i governi a prendere le decisioni giuste perché la crisi del Covid non finirà tanto presto

Da Nord a Sud l’economia è in grande difficoltà. Secondo il Rapporto Svimez 2020, la pandemia è stato un acceleratore di processi di ingiustizia sociale: colpiti i lavoratori e le categorie più fragili

Le misure adottate dal governo, obbligate ma dolorose, causeranno un double dip per l’economia italiana, con una contrazione del Pil stimata in un ulteriore 2% nel quarto trimestre. Sebbene la flessione sarà più contenuta rispetto a quella provocata dal primo confinamento, la crescita per il 2021 sarà minore del previsto

Secondo Assolombarda gli indicatori di settembre segnalano un aumento della produzione in linea con i mesi precedenti la pandemia. Per il 2021 si attende un rimbalzo che equivarrebbe a un recupero quasi totale delle perdite 2020