ARTICOLI

Menu: ECONOMIA / MERCATO

Secondo l’annuale rapporto di Capgemini, nel 2017 il patrimonio del segmento ha superato per la prima volta il muro dei 70.000 miliardi di dollari. Eppure, nonostante i risultati raggiunti, i soli rendimenti non appaiono più sufficienti: sullo sfondo si stagliano monete virtuali e big tech pronte al grande salto nel wealth management

I green bond rappresentano ancora solo l'1% del mercato obbligazionario globale, tuttavia Standard & Poor’s nelle azioni sui rating tiene in crescente considerazione i principii di sostenibilità ambientale e sociale

Guerra di dazi, instabilità politica e l’aumento dei salari. Sono alcuni dei timori che minano l’andamento dei mercati internazionali. Secondo Columbia Threadneedle Investments, ci attende una crescita più bassa, ma destinata a durare più a lungo

Dall’ambiente alla finanza, le bufale sono un crescente rischio per chi opera nei mercati finanziari. Verificare le fonti diventa così un imprescindibile fattore per gli operatori

Un nuovo libro di Salvatore Rossi analizza il mistero che avvolge da sempre il metallo più prezioso: simbolo di potere e bellezza, risparmio e merce di scambio, fino ad assumere i tratti attuali dell’ultimo bene rifugio. Ecco perché, nonostante lo scorrere del tempo, l’oro rimane l’oggetto del desiderio di istituzioni pubbliche e semplici cittadini

C’è chi profetizza l’esplosione della bolla, chi annuncia rialzi sempre più consistenti: comunque vada, il destino della moneta virtuale riserverà sorprese. Intanto, fra alti e bassi, la moneta virtuale ondeggia sotto i 7mila dollari: lontano dal record di quasi 20mila dollari toccato a dicembre, ma comunque in crescita del 462% su base annua

Rialzo dei tassi, aumento della volatilità, ritorno dell'inflazione, rallentamento della crescita: questo è lo scenario che prefigura l'asset manager Nordea, nella sua ultima analisi sull'economia mondiale all'inizio del secondo trimestre dell'anno

Il Senato degli Stati Uniti alleggerisce i vincoli posti dal Dodd Frank Act, la legge voluta da Barack Obama per garantire un maggior controllo degli istituti finanziari. Il tutto alla vigilia del decimo anniversario del fallimento della banca d’investimento Bear Stearns

Il lungo periodo di calma piatta degli ultimi anni potrebbe volgere al termine: le correzioni viste a febbraio sono un primo segnale, secondo Nordea Asset Management